Malocclusioni, problemi della salute orale e non solo

Le malocclusioni dentali si riferiscono a qualsiasi tipo di discrepanza nella posizione dei denti e/o nella chiusura delle mascelle, che possono causare problemi funzionali o estetici. In altre parole, le malocclusioni dentali si verificano quando i denti non si adattano correttamente quando la mascella superiore e quella inferiore si chiudono insieme. Ci sono diverse tipologie di malocclusioni dentali, tra cui: Sovrapposizione dei denti: si verifica quando i denti superiori si sovrappongono in modo eccessivo sui denti inferiori. Spazi dentali: si verificano quando c’è troppo spazio tra i denti. Sovrapposizione inversa: si verifica quando i denti inferiori si sovrappongono sui denti...

Vai all'articolo

Scoperte quattro sottospecie di autismo

Non è conosciuta solo una forma di autismo ma almeno quattro sottotipi differenti. Per ciascuno, potrebbero essere adatte alcune terapie ma ciò non per le altre. Recenti studi hanno portato alla luce tali sottotipi e li ha classificati in base all’attività del cervello e al comportamento dell’individuo. Uno studio precedente aveva impiegato alcuni algoritmi per identificare quattro sottospecie di depressione. Basandosi su questo, alcuni ricercatori hanno integrato i dati di “neuroimaging” con i dati di espressione genica per comprendere se esistano sottotipi tra gli individui affetti da autismo. Dalle sperimentazioni, due gruppi avevano una capacità verbale maggiore rispetto alla media....

Vai all'articolo

Considerazioni sulla relazione sempre più stretta fra salute orale e salute generale

Voglio qui riassumere in poche parole il significato di moltissimi articoli che ho letto ed anche pubblicato nel sito, negli ultimi anni,  in cui si evidenzia un legame ed una relazione sempre più stretta fra la salute orale, in diversi suoi aspetti, e la salute generale del corpo umano. Ad esempio si è visto che avere infezioni dentro la bocca, sia di origine parodontale gengivale che dovute a carie trascurate o malcurate, predispone ad accidenti cerebrovascolari ma anche decadimento cerebrale oltreché una serie di altri guai come ad esempio il parto prematuro. É inoltre noto che una malocclusione, ma per...

Vai all'articolo

Come comportarsi in caso di punture, o da lesioni da taglio causate da attrezzature

Come è noto la migliore cura è sempre la prevenzione in caso di piccoli incidenti. Nel campo del lavoro è facile procurarsi delle ferite o lacerazioni.   Come deve il titolare di studio odontoiatrico nel caso di lesioni da punta o taglio o, con possibile infezione da attrezzatura potenzialmente infetta?  Andando incontro a lesioni da punta o da taglio o si devono immediatamente usare procedure ben definite, quelle indicate nel proprio DVR, ma anche redigere una serie di precise documentazioni che l’operatore dovrà fornire ai medici del pronto soccorso”.   Queste sono le direttive da effettuare subito dopo la lesione:   Lavare...

Vai all'articolo

Può esserci un legame tra igiene orale e salute mentale

Da recenti studi si è giunti al legame con cui i microrganismi orali contribuiscono allo accrescimento dei disturbi mentali. Come noto, i batteri possiedono recettori ormonali e possono produrre molecole autoinduttori che agiscono all’interno dei batteri in modo analogo agli ormoni nell’ospite regolando le funzioni di sviluppo di batteri. La bocca rappresenta l’inizio del processo digestivo ed è il punto di ingresso primario per l’accesso di microbi. Ricerca e norma di analisi In una ispezione, recenti studi hanno scoperto che i meccanismi causali diretti con cui il microbiota orale coopera all’espansione delle malattie mentali. Gli esaminatori di questa ricerca preliminare...

Vai all'articolo

Carie, denti mancanti, malocclusioni e predisposizione ad Alzheimer e demenza senile

Voglio qui riassumere in poche parole il significato di moltissimi articoli che ho letto ed anche pubblicato nel sito, negli ultimi anni,  in cui si evidenzia un legame ed una relazione sempre più stretta fra la salute orale, in diversi suoi aspetti, e la salute generale del corpo umano. Ad esempio si è visto che avere infezioni dentro la bocca sia di origine parodontale gengivale che dovute a carie trascurate o malcurate, predispone ad accidenti cerebrovascolari ma anche decadimento cerebrale oltreché una serie di altri guai come ad esempio il parto prematuro. E si è visto anche che una malocclusione,...

Vai all'articolo

Carie dentali nei bambini i nonni sono accusati dalle mamme

È consuetudine constatare che i nonni possono indurre i nipotini ad una alimentazione poco idonea per la salute orale. Sono indispensabili campagne di informazione per una adeguata alimentazione che non possa generare danni ai dentini dei bimbi. L’innato amore tra nonni e nipotini, la quantità di dolci, caramelle, cibi e bibite cariogeni forniti da loro stessi, sono stati spesso le cause che hanno influenzato un cattivo igiene orale con i suoi relativi danni. Dai dati di vari studi, si può concludere che le madri di bambini di età tra i 3 e i 5 anni considerano la frequenza e la...

Vai all'articolo

È stata dimostrata una connessione tra stress e salute orale

Studiosi asseriscono che lo stress possa condizionare la malattia parodontale. I dentisti hanno il compito di invitare i propri pazienti a dedicare più attenzione alla propria salute orale periodi di maggiore stress. È oramai noto Il rapporto tra stress e salute orale, il nostro corpo ha la tendenza a ristabilire il giusto equilibrio dopo un periodo di particolare tensione, in quanto vengono indotte risposte biologiche caratterizzate da livelli elevati di adrenalina e cortisolo. Tutto ciò ha serie conseguenze sulla salute orale particolarmente sul parodonto e sulle gengive. Ormai da tempo si studia la correlazione tra elevati livelli di stress e...

Vai all'articolo

Cancro, la prevenzione passa anche dalla salute orale

La prevenzione scongiura i numeri elevati che rendono sempre più urgente la continua diffusione di circa un caso di cancro su tre. Oltre ai fattori già noti, anche la salute orale può contribuire alla prevenzione dei tumori. La salute del cavo orale, parodontite e tumori Le più infezioni al cavo orale che colpiscono la gente riguardano i denti e i tessuti parodontali di supporto ossia la gengiva, l’osso e il legamento parodontale: solitamente nella prima fase della vita causano patologie della carie, possono anche causare gengivite e parodontite, generalmente chiamata piorrea. È stato dimostrato un legame tra parodontite grave e...

Vai all'articolo

Uno studio offre nuove informazioni sulla diversità e la prevalenza dei batteri nelle infezioni orali

SOLNA, Svezia: La crescente evidenza scientifica suggerisce che le infezioni orali possono influenzare il decorso e la patogenesi delle malattie sistemiche e rappresentano una sfida emergente per i servizi sanitari, motivo per cui è fondamentale rilevare e monitorare i batteri e le infezioni orali gravi. Poiché solo pochi studi longitudinali hanno identificato quali batteri si trovano nelle regioni orali e maxillofacciali infette, in un recente studio i ricercatori del Karolinska Institutet in Svezia hanno identificato i batteri tipicamente presenti nelle infezioni orali gravi e determinato le tendenze emergenti del microbiota orale. Essi sperano che i risultati possano fornire maggiori informazioni...

Vai all'articolo

Mantenere gengive sane aumenterebbe le difese contro l’Alzheimer

La salute delle gengive potrebbe prevenire il sopraggiungere dell’Alzheimer o a ridurre l’avanzamento della malattia. In buona sostanza, i ricercatori hanno documentato che il batterio tipico della parondotite detto “Porphyromonas gingivalis” potrebbe essere implicato nelle dinamiche che uccidono le cellule del sistema nervoso. Tale scoperta rappresenta un notevole progresso nella lotta alle malattie sistemiche. Per essere più precisi, i risultati della prima ricerca, pubblicati sulle pagine di numerose pubblicazioni specializzate in materia, hanno rilevato l’esistenza di una rilevante relazione tra la proteina tau, contenuta nelle cellule nervose, e l’enzima gingipain rilasciato dal batterio Porphyromonas gingivalis. Quest’ultimo agirebbe sulla proteina tau...

Vai all'articolo

La Sintomatologia dell’Apnea Ostruttiva nel Sonno (OSA) in età infantile: la popolazione adulta a rischio

La Sintomatologia dell’Apnea Ostruttiva nel Sonno(OSA) in età infantile rappresenta un crescente problema sanitario e sociale. Una prognosi tardiva e l’assenza di una adeguata terapia di tale sindrome durante il periodo della crescita implicano negli adulti un incremento della morbilità e della mortalità della popolazione affetta. Il sonno è un bisogno primario per gli adulti, ancora di più per i bambini. Nel caso dovesse essere alterato, può provocare un impatto notevole sulla salute del bambino e possibili ripercussioni nell’età adulta, con effetti di spessore sociale, compreso un sovraccarico dei costi sanitari dovuti alle derivanti comorbilità cardiovascolari e metaboliche. La cura...

Vai all'articolo

L’ozono-terapia nella odontoiatria materno-infantile

In Odontoiatria dell’infanzia, la rimozione del dolore e delle infezioni riproduce la priorità clinica di ogni progetto terapeutico. Tale esito non è sempre perfettamente raggiungibile a causa della scarsa, se non nulla, cooperazione del paziente infantile. Da qui la necessità di caratterizzare nuovi approcci, non traumatici e di assoluto comfort, per quanto riguarda le cure di mantenimento e preventive del dente deciduo dei più piccoli pazienti non collaboranti. Tra le nuove tecniche, la terapia dell’ozono rappresenta una funzione fondamentale. L’ozono terapia Si tratta di una soluzione medica semplice e di semplice applicazione per il buon mantenimento dei denti decidui, soprattutto...

Vai all'articolo

Una bocca sana nel corso di gravidanza fa bene alla mamma e al bambino

E’ fondamentale in alcuni momenti della vita in cui la bocca può essere più sottoposta a malattie orali, uno di questi momenti è il periodo di gravidanza. La bocca è spesso valutata la porta d’accesso dell’organismo, poiché può svelare molto dello stato di salute generale. Infatti, vi sono forti legami tra una trascurata salute orale e malattie croniche come il diabete, le malattie cardiache e l’ictus. Prevenire le malattie del cavo orale, individuarle e trattarle anticipatamente, può aiutare a evitare che si riflettano negativamente sul resto dell’organismo. Seguire una buona abitudine di salute orale tra una visita odontoiatrica e l’altra...

Vai all'articolo
Durante il periodo di lockdown i bambini potrebbero essere stati in maggior misura a rischio di sviluppare nuove lesioni cariose.

Durante il periodo di lockdown i bambini potrebbero essere stati in maggior misura a rischio di sviluppare nuove lesioni cariose.

Nel periodo di lockdown nell’apice della pandemia da Covid-19 sono accaduti diversi mutamenti nella routine familiare: genitori e bambini sono rimasti segregati in casa per diversi giorni. I bambini sono stati costretti ad usufruire della didattica a distanza, rinunciando a vitali rapporti interpersonali con gli amici e compagni se non solo tramite telefoni cellulari o pc, e trascorrendo il loro tempo libero prevalentemente giocando al computer, non potendo svolgere attività sociali o fisiche/sportive. Queste trasformazioni nello stile di vita, ha comportato maggiore disponibilità di cibo e bevande a casa da poter consumare per i bambini mentre giocavano al computer o...

Vai all'articolo
Dentisti, nell’era pandemica aumentano i pazienti con nocivo digrignamento

Dentisti, nell’era pandemica aumentano i pazienti con nocivo digrignamento

“La domanda di cure dentistiche è smisurata. Principalmente è legata allo stress e al timore che la gente ha provato inducendole a digrignare i denti per l’agitazione” Molti dentisti australiani constatano una forte crescita nel numero di pazienti con denti deteriorati, dopo averli ripetutamente digrignati durante due anni di segregazione e di restrizioni per il Covid-19, con liste d’attesa ormai interminabili. “Andiamo verso una nuova epidemia di denti marci o danneggiati, hanno dichiarato gli studiosi di Sidney”. La richiesta di cure dentistiche è smisurata. In gran parte è legata al nervosismo e all’ansia che la popolazione ha provato, inducendole a...

Vai all'articolo
Problematiche odontoiatriche e ortodontiche: possono essere causate dall’uso del ciucciotto?

Problematiche odontoiatriche e ortodontiche: possono essere causate dall’uso del ciucciotto?

La padronanza del corretto utilizzo del ciuccio permette ai medici di fornire assicurazioni ai genitori dei propri pazienti con l’obiettivo di sfruttarne gli effetti benefici Una delle consuetudini più amate dai bambini nei primi anni di vita è l’uso del tettarella di gomma, detto anche ciucciotto. Nonostante gli esperti abbiano reso noti i benefici che si traggono dal suo utilizzo, crescono sempre più le apprensioni da parte delle madri riguardo al suo utilizzo. Tali preoccupazioni generano dubbi; spesso i genitori si affidano ai suggerimenti dei medici per ricevere chiarimenti sul suo impiego. Teams di esperti hanno affrontato studi sulla valutazione...

Vai all'articolo
Gengiviti e infiammazioni durante la gravidanza possono portare a problemi nei neonati

Gengiviti e infiammazioni durante la gravidanza possono portare a problemi nei neonati

Secondo il gruppo di ricerca australiano i dati epidemiologici dimostrano che più del 15% dei neonati nascono con un peso basso e quasi l’11% precocemente. Alcune ricerche precedenti hanno documentato che le risposte infiammatorie durante la gravidanza possono portare a esiti avversi tra cui tassi più elevati di morbilità e mortalità infantile. Una possibile fonte di questa infiammazione porta a un disturbo parodontale, tra cui la gengivite. A differenza della parodontite, la gengivite è valutata reversibile, i ricercatori hanno ricercato se il suo trattamento, associato a regolari controlli odontoiatrici e pulizia, possa ridurre gli esiti sfavorevoli in gravidanza. «A causa...

Vai all'articolo
Rapporto tra malformazione maxillo-mandibolari e postura: dati di una recente revisione sistematica

Rapporto tra malformazione maxillo-mandibolari e postura: dati di una recente revisione sistematica

In un esame sistematico vari studiosi hanno verificato se vi potesse essere una correlazione tra la postura e le deformità maxillo-mandibolari. Le malformazioni maxillo-mandibolari scaturiscono da un errato rapporto tra le mascelle che determina una cattiva occlusione. In aggiunta a tale fenomeno, le malformazioni maxillo-mandibolari avvertono uno molteplice numero di sintomi affiliati quali disturbi della funzione orale come la masticazione, della respirazione, disturbi articolari mandibolari, squilibrio facciale e disfunzione linguale. La maggior parte delle malformazioni maxillo-mandibolari è il risultato di disturbi della crescita della struttura facciale. La maggior parte delle malocclusioni viene trattata con l’ortodonzia; tuttavia, circa il 2% dei...

Vai all'articolo
La malattia parodontale aumenta il pericolo di aumentare il rischio di malattie croniche, compresi i disturbi mentali

La malattia parodontale aumenta il pericolo di aumentare il rischio di malattie croniche, compresi i disturbi mentali

Nella ricerca, gli studiosi hanno analizzato i dati di numerosi pazienti con anamnesi accertata di malattia parodontale, inclusi pazienti affetti da gengivite e altri affetti da parodontite. Le cartelle cliniche dei pazienti sono state comparate con quelle di molti altri senza antecedenti disturbi parodontali, al fine di decidere quanti di essi affetti da tale patologia e quanti senza, continuino a sviluppare disfunzioni cardiovascolari, fenomeni cardiometabolici, patologie autoimmuni e psichiche, come depressione e ansia, in media nell’arco di tre anni. Disturbo parodontale e incremento della morbilità cronica I dati hanno fornito risultati critici che hanno cooperato a confermare e rafforzare il...

Vai all'articolo
Pressione alta e parodontite una legame pericoloso

Pressione alta e parodontite una legame pericoloso

Le forme ipertensive colpiscono nel mondo in media dal 30 al 45 % della popolazione adulta, una minaccia silente che nella maggior parte delle situazioni non provoca disturbi tuttavia rappresenta una delle cause principali di decesso prematuro provocando infarto e ictus. La parodontite colpisce oltre il 50% della popolazione e si collega a un rischio elevato di soffrire di pressione elevata. A confermare la stretta interconnessione tra le due malattie, arriva uno studio condotto dal prof. Francesco D’Aiuto, che rileva che chi è affetto da parodontite potrebbe duplicare il rischio di ipertensione. Il trattato, pubblicato sulla rivista Hypertension, ha implicato...

Vai all'articolo

Una buona igiene orale per impedire il pericolo di infezioni cardiache

Per prevenire un’infezione dell’endocardio detta anche endocardite infettiva da streptococco è importante la protezione di una buona salute orale e una regolare cura dei denti, molto più dell’assunzione di farmaci antibiotici prima di sottoporsi ad una eventuale procedura dentistica. Viene invece raccomandato l’uso preventivo di antibiotici per alcuni metodi invasive per categorie di pazienti affetti da cardiopatia ad alto rischio. In particolare, gli studiosi hanno rivisto i dati disponibili dalle line e guida del 2007, nelle quali la regola preventiva di antibiotici per evitare il pericolo di endocardite, causata da batteri che si nidificano nella placca sulla superfice dei denti...

Vai all'articolo

Scarsa igiene orale può favorire il Covid in forma grave

Emerge da un lavoro di Ahmed Mustafa Basuoni, dell’Università del Cairo, che sarà presentato al meeting ibrido ACC Middle East 2021 La scarsa igiene orale potrebbe favorire il Covid in forma più grave, specie nei pazienti con malattie cardiache.  È quanto emerge da un lavoro di Ahmed Mustafa Basuoni, dell’Università del Cairo, che sarà presentato al meeting ibrido ACC Middle East 2021, in partnership con la American College of Cardiology, Egyptian Society of Cardiology e il ACC Egypt Chapter.   Il cavo orale è una riserva importante di patogeni respiratori. Precedenti trial clinici hanno collegato la scarsa igiene orale con aumento di infiammazione...

Vai all'articolo
Ottobre, mese della prevenzione dentale

Ottobre, mese della prevenzione dentale

Torna il MESE DELLA PREVENZIONE DENTALE, l’unico progetto di prevenzione odontoiatrica attivo su tutto il territorio nazionale fin dal 1980, promosso da ANDI in collaborazione con Mentadent. Grazie a questa importante iniziativa, potrai effettuare una visita preventiva e valutare il tuo stato di salute orale e quello di tutti i tuoi familiari. Al termine della visita, riceverai utili consigli personalizzati, relativi alla tua salute orale e insieme si troverà la migliore soluzione per te e per il tuo sorriso. Affida la tua salute orale allo Studio Passaretti, da noi potrai trovare materiali top gamma solo di alta qualità e durevolezza,...

Vai all'articolo

L’igiene preserva la salute dei denti e delle gengive

Una regolare igiene orale rappresenta un fattore importante di difesa delle malattie del cavo orale prevenendo carie, gengivite e parodontite, mantenendo inoltre in salute l’intero organismo, migliorando la qualità della vita personale relazione. Per rimuovere la placca batterica dalle superfici dei denti e delle gengive, l’utilizzo del solo spazzolino e dentifricio non è sufficiente; è indispensabile infatti l’uso aggiuntivo di uno strumento interdentale, che sia efficiente nel pulire gli spazi tra un dente e l’altro difficili da raggiungere col normale uso dello spazzolino. Lo spazio interdentale può diventare facilmente una cavità per la placca batterica, causa dell’insorgenza di infiammazione gengivale...

Vai all'articolo

Frenectomia linguale: trattamento interdisciplinare con logopedia e odontoiatria pediatrica: una revisione della letteratura

Introduzione La comunicazione è centrale per l’interazione sociale e la parola è una delle sue forme. In questo modo, abbiamo due punti strettamente legati allo sviluppo umano basato sul linguaggio: la stimolazione dall’ambiente e la comprensione dei bisogni del bambino. L’anchiloglossia (parziale) è definita come una limitazione della protrusione e dell’elevazione della punta della lingua a causa della mancanza del frenulo linguale o dei muscoli genioglosso o di entrambi. Comporta uno sviluppo anormale del frenulo linguale, che è accorciato congenitamente, con conseguente limitazione del movimento della lingua. Pertanto, in questi casi, possono esserci problemi uditivi o neurologici che richiedono una...

Vai all'articolo

Efficacia degli apparecchi funzionali PCF, PFB

Voglio ancora parlare delle grandi prestazioni delle apparecchiature funzionali, in particolar modo quelle della scuola del professor Bracco, grande capostipite di ortognatodonzia, della scuola dell’università di Torino, purtroppo recentemente scomparso precocemente. Personalmente ho avuto rapporti Scientifici con lui per tutta la mia vita professionale, ed ho avuto immensi insegnamenti. Ho assistito recentemente a una straordinaria conferenza della Professoressa che sta proseguendo il suo pensiero scientifico, e vorrei qui brevemente riassumere alcune novità molto importanti, e ribadire l’enorme valore di queste apparecchiature funzionalizzanti. Purtroppo ci sono molte scuole in questo campo di Ortodonzia e Gnatologia. E alcune visioni anche assai differenti,...

Vai all'articolo

Lingua e postura

La lingua, come ogni altro organo del nostro corpo, non può essere considerata come a se stante, ma deve essere inserita in un quadro globale La lingua: cos’è e come funziona. La lingua costituisce la parete anteriore dell’orofaringe. Ha una superficie dorsale formata dalla mucosa linguale che anatomicamente viene suddivisa in due parti: il corpo e la radice della lingua, o porzione orale e porzione faringea. Esse vengono divise da un solco a V rovesciata chiamato solco terminale, il cui apice costituisce una piccola cavità detta fondo cieco. Posteriormente trae rapporti con l’osso ioide e anteriormente con un filamento sottile...

Vai all'articolo

Zuccheri

L’eccesso di zuccheri nei nostri bambini cosa provoca e quali sono gli effetti. Tutti I bambini hanno sempre ha avuto un particolare amore per i dolciumi. L’abuso di zuccheri liberi dell’alimentazione alimenta la possibilità di serie malattie fin dall’età evolutiva. Zuccheri e malattia cariosa Ogni tipo di zucchero fermentabili, contribuisce al proliferare dell’azione batterica dovuto al processo di scissione elettrolitico creando un substrato per il proliferare dei batteri acidogeni presenti nel cavo orale con conseguente diminuzione del pH della saliva e della placca determinando la dissoluzione dei tessuti dentali favorendo il processo della lesione cariosa. Da qui nasce il motivo...

Vai all'articolo

La qualità dei batteri della bocca collegata al cancro ai polmoni nei non fumatori

Un volume maggiore di Firmicutes è associato a un rischio maggiore Le quantità e le qualità dei batteri presenti nella bocca possono essere collegate al rischio di cancro ai polmoni nei non fumatori. A dirlo è uno studio coordinato dall’Albert Einstein College of Medicine e pubblicato sulla rivista scientifica Bmj Thorax. Secondo i ricercatori, un minor numero di specie e un numero elevato di tipi particolari di batteri sembrano essere collegati a un rischio maggiore della forma cancerosa. Gli studiosi precisano che circa un caso su quattro di cancro ai polmoni si verifica nei non fumatori. I fattori di rischio noti, come il fumo...

Vai all'articolo

L’igiene preserva la salute dei denti e delle gengive

Una regolare igiene orale rappresenta un fattore importante di difesa delle malattie del cavo orale prevenendo carie, gengivite e parodontite, mantenendo inoltre in salute l’intero organismo, migliorando la qualità della vita personale relazione. Per rimuovere la placca batterica dalle superfici dei denti e delle gengive, l’utilizzo del solo spazzolino e dentifricio non è sufficiente; è indispensabile infatti l’uso aggiuntivo di uno strumento interdentale, che sia efficiente nel pulire gli spazi tra un dente e l’altro difficili da raggiungere col normale uso dello spazzolino. Lo spazio interdentale può diventare facilmente una cavità per la placca batterica, causa dell’insorgenza di infiammazione gengivale...

Vai all'articolo

Posta dai lettori, un parere su un caso di malocclusioni

Buongiorno Dottore, mi scuso in anticipo per il tempo che, spero, perderà nel leggere questa mail, ma mi sono imbattuta su un suo articolo riguardante i nuovi allineatori, e in mezzo al buio più totale, mi è parso l’unica luce. Mia figlia, 12 anni, ha una malocclusione di II classe quasi certamente dovuta a disfunzione linguale, e dopo apparecchi vari e costosi, ci ritroviamo punto e accapo e con una proposta da parte del dentista (la dentista che seguiva mia figlia è andata in pensione) di mettere questi allineatori con spesa di circa 7.000 euro, che per noi è da...

Vai all'articolo

Allenatori trasparenti

Un bel sorriso è indispensabile per relazionarsi con il prossimo in una relazione positiva, mette in secondo piano un aspetto non particolarmente perfetto. Rinunciare a un bel sorriso significa precludersi successo nella vita sociale e soprattutto nel lavoro. Purtroppo non sempre i denti sono quelli che vorremmo mostrare. Se per molti l’infanzia è legata al ricordo di apparecchi correttivi, molti adulti rifiutano a modificare una dentatura irregolare per evitare di sottoporsi a interventi invasivi che limitano relazioni e attività professionale. Purtroppo non tutti sono a conoscenza che le più moderne tecnologie ortodontiche consentono oggi di abbandonare gli apparecchi fissi per...

Vai all'articolo

Parodontite e declino di cognizione delle persone più anziane

Vari studiosi hanno recentemente scoperto che esiste un nesso tra una grave malattia parodontale e una leggera insufficienza cognitiva e demenza delle persone più anziane. La parodontite può raddoppiare le possibilità di declino della cognizione. Gli studiosi spesso collegano alcune forme di parodontite con altre malattie infiammatorie, un nuovo studio ha suggerito che un cattivo igiene orale può anche avere serie conseguenze sulla funzione cerebrale. I risultati hanno dimostrato che la malattia parodontale, soprattutto in fase avanzata, potrebbe aumentare la possibilità di sviluppare un lieve deterioramento cognitivo e la demenza senile. La malattia è stata spesso collegata con l’artrite, il...

Vai all'articolo

Te verde

I convenzionali collutori terapeutici si basano su principi attivi che aiutano a eliminare l’alitosi, la placca e l’infiammazione delle gengive. Gli olii essenziali, il cetilpiridinio cloruro e la clorexidina, sono gli ingredienti più comuni contenuti nei collutori. È buona norma usare con cautela i collutori a base di alcol poiché potrebbero indurre a dolore e/o bruciore alterando a lungo andare la mucosa connettivale orale. In un uso prolungato il quotidiano, In alternativa ai colluttori tradizionali sono stati adottati agenti organici. Tra questi spiccano le catechine del tè verde, estratte dalle foglie della pianta Camellia sinensis. Tali composti si sono dimostrati...

Vai all'articolo

La parodontite potrebbe aggravare la sindrome del colon irritabile

La parodontite potrebbe esacerbare le sindromi dell’intestino irritabile, malattie come il morbo di Crohn e la colite ulcerosa. Lo suggerisce uno studio su animali pubblicato sulla rivista Cell e coodinato da Nobuhiko Kamada dell’Università del Michigan. La parodontite è una malattia gengivale caratterizzata da stato infiammatorio e da un biofilm batterico patologico; se non curata può portare a perdita di denti. Ormai negli ultimi anni è stato un susseguirsi di studi che dimostrano come chi soffre di parodontite sia più a rischio di sviluppare malattie sistemiche importanti quali il diabete, le malattie cardiovascolari ed addirittura l’Alzheimer. Gli esperti americani sono...

Vai all'articolo

Aggiornamenti sullo studio e le funzioni delle apparecchiature ortodontiche (ortognatodontiche) funzionali (funzionalizzanti o “generanti” funzione)

​Ho parlato a lungo negli altri articoli del sito, dei pregi degli apparecchi funzionali PCF- PFB etc in età precoce evolutiva al fine di correggere le malocclusioni, agendo non solo sulla dentatura, ma su tutto quello che c’è.. collegato: ossa muscoli, articolazione tempero mandibolare, suture, funzione, cicli della masticazione, riprogrammazione dell’engramma cerebrale che regola il tutto.. Ripeterò alcune di queste caratteristiche molto vantaggiose, man mano che scrivo… Ricordo (anche da quello che leggerete fra poco) la estrema importanza e validità di una ortodonzia intercettiva precoce.. Ogni malattia (e la malocclusione lo è, non riguarda certo solo l’estetica) del corpo umano,...

Vai all'articolo

Regole di accesso allo studio in seguito all’epidemia da Coronavirus (COVID-19)

 Carissimi Pazienti, in vista della prossima ripresa delle attività odontoiatriche, al fine di contenere e controllare il ridiffondersi dell’epidemia da Coronovirus (COVID-19), vogliamo condividere con voi le nuove misure preventive riguardanti l’accesso allo studio per gli appuntamenti dentistici;   MASCHERINE PROTETTIVE Siete pregati di venire in studio indossando sempre una mascherina protettiva facciale, che andrà indossata per tutto il tempo che passerete in studio, dalla sala d’attesa alla segreteria, e andrà tolta esclusivamente per il tempo della visita.   PULIZIA MANI Appena arrivati in sala d’attesa, siete pregati di utilizzare il gel disinfettante per le mani ivi presente.  ...

Vai all'articolo

Cronache dal cigno nero. Il Coronavirus

Vi voglio raccontare una storia del periodo buio del virus… Il nostro studio è aperto per le urgenze, come disposto dell’ordine dei medici che ci consente e raccomanda di effettuare solo le urgenze, ma di farle, per evitare anche che in questo momento tragico i pronto soccorso vengano intasati da pazienti Odontoiatrici. Togliendo risorse ai medesimi, rischiando di diffondere l’infezione e soprattutto con scarso risultato perché i normali pronto soccorso non hanno reati di odonto, e nella nostra regione c’è uno solo odontoiatrico, aperto solo la mattina dei feriali… C’è da dire che le precauzioni per quelli di noi che...

Vai all'articolo
  • 1
  • 2
  • 5